Filiera Immobiliare Re Mind

Urbanistica. Ministero Lavoro a Re Mind: iptesi per detassazione investimenti – Confronto con Istituzioni. Cisafi: Risorse Recovery Fund per infrastrutture (Fonte: Dire)

Roma, 28 settembre 2020 – Si è svolto un ampio confronto e una fattiva interlocuzione” in videoconferenza tra Re Mind Filiera Immobiliare e le istituzioni, rappresentate da Lorenza Bonaccorsi, sottosegretaria ai Beni e alle Attività culturali e al Turismo, Francesca Puglisi, sottosegretario al ministero del Lavoro, Carlo Corazza, direttore della Rappresentanza italiana del Parlamento europeo e Angelo Borrelli, capo Dipartimento della Protezione civile nazionale. Ne dà notizia un comunicato di Re Mind Filiera Immobiliare.
Bonaccorsi, si legge, “ha espresso apprezzamento per l’impegno di Re Mind Filiera Immobiliare e del suo presidente Paolo Crisafi nella ‘Guida 2020 agli investimenti turistici e immobiliari in Italia’, patrocinata dal ministero degli Affari esteri e della Cooperazione Internazionale, promossa da Enit, Anci e Mipim, che mette in luce quanto valore, professionalità, forza e risorse vi siano in Italia, in questo settore, in un momento cosi’ difficile per il nostro Paese e per il mondo”.
Bonaccorsi ha poi aggiunto che “il piano strategico del nostro ministero ha tra gli obiettivi centrali quello dell’accessibilità, ovvero la possibilità di poter raggiungere facilmente tutte le aree del Paese e quindi godere delle bellezze paesaggistiche ma anche culturali e artistiche del nostro
patrimonio”.Il sottosegretario al Lavoro, Francesca Puglisi ha evidenziato una necessità: “Occorrerà trovare nuove forme di detassazione in merito agli investimenti infrastrutturali che il nostro Paese compirà in caso di
partecipazione degli istituti pensionistici ai progetti strategici nazionali”, dunque un’apertura a valutare “forme di incoraggiamento di una fiscalità agevolata, in un contesto regolamentato, per gli investimenti infrastrutturali con un supporto alla filiera immobiliare, tangibile strumento di ripresa economica”.
Per il capo Dipartimento della Protezione civile nazionale, Angelo Borrelli, “giornate come questa organizzata da Re Mind Filiera Immobiliare sono particolarmente importanti perché la memoria degli effetti devastanti provocati dagli eventi calamitosi che si sono succeduti nel nostro Paese, deve servire non solo a ricordare chi ha perso la vita e chi ha profuso il massimo impegno nelle operazioni di soccorso e superamento dell’emergenza, ma deve rappresentare anche uno sprone per valutare l’adeguatezza di ciò che stiamo facendo come sistema di protezione civile, per il futuro nostro e delle prossime generazioni, in tema di previsione e prevenzione”.
Il presidente di Re Mind, Paolo Crisafi, ha concluso segnalando che “tra le misure da porre in essere sarà importante veicolare risorse del Recovery Fund a operazioni relative alle infrastrutture e all’immobiliare di utilità sociale quale stimolo alla crescita post-emergenza Covid-19, considerando che si tratta di settori storicamente volano dell’economia del nostro Paese. Tutti i temi- ha rimarcato Crisafi – saranno oggetto di maggiori approfondimenti e di ulteriori interlocuzioni istituzionali”.